Palazzolo Acreide – Siracusa – Sicilia – Italia

Sui Monti Iblei … in Val di Noto

Borgo Barocco – Patrimonio dell’Umanità

In Val di Noto

Sono otto le città barocche Patrimonio dell’Umanità

1 Palazzolo Acreide 2Noto 3 Scicli 4 Ragusa

5 Catania 6 Modica 7 Caltagirone 8 Militello

Ricostruite in stile barocco in seguito al terremoto del 1693.

Val da Vallo

Il Vallo era una circoscrizione amministrativa.

La Sicilia era suddivisa in tre valli:

Val di Noto – Val Demone – Val di Mazara

Tale ripartizione introdotta dagli arabi e rinnovata dal Re di Sicilia, Ruggero II, fu poi abolita nel 1812

Sul Monte Acremonte

Akrai

Da Akra, sommità, per i Greci di Siracusa che nel 664 a.C. la fondarono.

Del primo nucleo giungono a noi solo i ruderi del Teatro Greco, ed il Santoni.

Santoni

E’ il santuario rupestre dedicato alla Dea Cibele. Denominata dai romani Magna Mater, grande madre, forza creatrice e distruttrice della natura.

Il santuario unico in Europa si snoda lungo un sentiero, dove all’interno di 12 nicchie vi sono 12 bassorilievi scolpiti nella roccia.

La dea è raffigurata seduta sul trono, con attorno figure ad essa correlate, pertanto rappresenta la più grande testimonianza grafica a lei dedicata.

Purtroppo non è possibile visitare il sito.

Akai per i Greci Acre per i Romani Balansul per gli Arabi Palatiolum per i Normanni

Palazzolo Acreide

Nel 1816 è il nome definitivo del piccolo ma interessante borgo barocco dove il tempo sembra essersi fermato.

La Basilica di San Paolo

Dedicata al Santo Patrono è decisamente suggestiva.

Girovagando ..

Ammiro..

I Palazzi Nobiliari

Con le mensole dei balconi riccamente decorate

A Palazzo Caruso

Il balcone, che misura trenta metri è riconosciuto come il più lungo balcone barocco d’Europa.

Nelle mensole, le 27 maschere apotropaiche raffigurano volti intenti a fare sberleffi.

La Chiesa dell’Annunziata

Splendida con le 4 colonne tortile binate.

Come sempre scoprire ed apprendere tante cose mi entusiasma, e in tal caso mi auguro che vengano realizzati i progetti di recupero previsti, necessari per la giusta valorizzazione e fruizione di questo delizioso piccolo borgo.