Borgo Parrini – Palermo – Sicilia – Italia

E’ il borgo dalla creatività !

L’ affascinante piccolissimo borgo ..

Parrini

In dialetto siciliano, si indicano i preti, pertanto è cosi chiamato perché a loro si deve la nascita del borgo.

I Padri Gesuiti del Noviziato di Palermo

Nel 5000 acquistarono delle terre, e realizzarono una grande Azienda Agricola.

Nacque cosi il villaggio che divenne la residenza dei coloni, ma nel 1767 anno in cui l’Ordine dei Gesuiti venne soppresso, l’azienda fallì.

I terreni passarono ..

Al Principe Henry d’Orléans, Duca d’Aumale

Pertanto il villaggio divenne la residenza dei viticoltori, perché il principe convertì l’attività in Azienda Vitivinicola, dove veniva prodotto il pregiato vino, Moscatello dello Zucco.

Nel 900 la decadenza ma nel 2000 la ripresa

L’Imprenditore Giuseppe Gaglio

Sostenuto dai pochi abitanti ha dato vita al bellissimo borgo.

Indaco e ocra, sono i due colori che insieme al bianco caratterizzano le belle case.

Dall’architetto spagnolo Antoni Gaudì, tra i massimi esponenti del modernismo catalano, hanno tratto ispirazione.

Questo è lo splendido risultato …

E’ tutto un divenire, tanto è in ristrutturazione, tanto altro è stato realizzato.

Si può visitare anche l’interno, pertanto entriamo insieme …

Saliamo le scale della deliziosa scala a chiocciola …

L’essenziale stanza da letto …

Incantevole .. come le tante belle frasi sparpagliate sui muri.

Interessante è il Laboratorio Museo

Stuzzicante è Camurria, il negozio di souvenir e prodotti tipici, già dal nome.

Camurria – seccatura, è un termine siciliano molto usato, chi camurria – che seccatura, e si ‘na camurria – sei fastidioso/a, perché rende molto bene l’idea.

Concludo questo splendido percorso con il desiderio di ritornare per scoprire i nuovi progetti, e con in mente una frase da suggerire ..

Agosto 2022

Autore: stefiblu

La bellezza è armonia. L'armonia è benessere.

15 pensieri riguardo “Borgo Parrini – Palermo – Sicilia – Italia”

  1. Ma questo è un Paese artistico meraviglioso!! Che colori, quale armonie, e splendide maioliche!!! Penso che vivere in un posto simile, lontani dal clamore delle false promesse, sarebbe come vivere in Paradiso!!!

    Grazie Stefania per avermi riemipo gli occhi di tanta bellezza e serenità 🙂 🙂 🙂

      1. Grazie a te per la risposta! Colgo l’occasione per dirti che ho appena sfornato un nuovo post, in cui racconto 2 dei giorni più indimenticabili della mia vita… spero che ti piaccia! 🙂

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: